Cultura e Didattica

A scuola in “Borgo Palazzo Steffaneo” 

Questa offerta nasce dalla constatazione della necessità durante le visite guidate di adottare tra proprietari, operatori scolastici e studenti un linguaggio condiviso, affinché le uscite scolastiche non si limitino a restare delle semplici “gite”, bensì dei momenti educativi che rientrano di diritto nel percorso didattico programmato dai docenti.

A tal fine si sono rese necessarie le seguenti condizioni sulle quali impostare le attività ai fini della loro qualificazione:

  • la differenziazione delle proposte per fasce d’età commisurando obiettivi e linguaggio;
  • scelta delle tematiche partendo dalle peculiarità dell’ambiente che si va a visitare;
  • il modello didattico che escludendo le “lezioni”si dovrebbe avvalere di “laboratori” privilegiando ogni forma di manipolazione.

Nelle attività da sviluppare in poche ore vanno previsti il tema, il percorso, l’obiettivo e la verifica.

Nel “laboratorio lungo”, dove è previsto molto lavoro in classe, si può preventivare più di una visita ed il luogo diventerà “fonte” a cui attingere per arricchire il percorso di approfondimento delle tematiche trattate.

I percorsi vengono stabiliti nelle finalità e negli obiettivi assieme agli insegnanti prima della visita.

Percorsi e laboratori didattici

“Terra, acqua, aria, fuoco” (per alunni delle scuole dell’infanzia e primarie)

Dopo la visita a “La Fabbrichetta”, antica fornace a legna di ceramica artistica di Palazzo Steffaneo e alla mostra espositiva della sua passata produzione, seguiremo le fasi impiegate dal ceramista per trasformare la creta in manufatto d’uso comune od oggetto artistico.

Laboratorio da concordare in base ai tempi a disposizione e all’età.

Le battaglie Napoleoniche nei dipinti dell’alcova in Palazzo Steffaneo

Visita alla “Camera degli sposi” dove si possono ammirare i tre dipinti a tempera su muro del pittore goriziano G. Pollencig (1763-1823) raffiguranti battaglie napoleoniche alle quali prese parte un membro della famiglia Steffaneo (G. B. Steffaneo III.) durante la Rivoluzione Francese:

  • l’attraversamento del Reno (1793);
  • l’assalto al monte Castellaro a Loano, vicino a Genova (1795);
  • l’imboscata nei Balcani (1798).

Laboratorio didattico con schede di verifica da concordare.

La grande guerra e Gabriele D’Annunzio nell’ospedale N°236

Visita al luogo “ex ospedale da campo” dove morì l’ufficiale dei carabinieri Vittorio Bellipanni amico di Gabriele D’Annunzio. Udizione dell’orazione funebre celebrata da D’Annunzio al funerale dell’amico.

Le donne nella grande guerra

Bibliografia

Della fornace, dell’ex ospedale militare, di Gabriele D’Annunzio e dell’amico uff. dei carab. Vittorio Bellipanni, dei dipinti Napoleonici dell’alcova di Palazzo Steffaneo, ne hanno parlato storici e studiosi di temi legati alla storia di questo territorio:

  • La “Fabbrichetta” fornace Pinzani-Steffaneo-Roncato in: Spazi del Fare (I luoghi della produzione tra la Bassa Pianura Friulana, il Carso, e l’Istria Slovena) PIC Interreg IIIA Ita-Slo 2000-2006
  • “I dipinti Napoleonici nell’alcova di Palazzo Steffaneo” (Paolo Foramitti)
  • “Vittorio Bellipanni e Gabriele D’Annunzio” (Stefano Perini)
  • “Nei secoli fedele Vittorio Bellipanni e i Carabinieri nella Grande Guerra” (Federico Ciavattone)

Eventi culturali svolti1Bellipanni-banner-web

  • Storie di guerra dai paesi redenti. Dal 19 aprile al 24 maggio 2013 N° 6 appuntamenti con storici e studiosi
  • Storie di guerra dai paesi redenti. Dal 4 ottobre all’ 8 novembre 2013 N° 6 appuntamenti con Storici e studiosi
  • Presentazione del libro di Stefano Perini: “Vittorio Bellipanni e Gabriele D’Annunzio”
  • Presentazione del libro di Federico Ciavattone: “Nei secoli fedele: Vittorio Bellipanni e i Carabinieri nella Grande guerra”

Visite Guidate

Le visite guidate sono l’occasione unica in cui la struttura completa rimane aperta al pubblico ed i proprietari possono condividere con i visitatori le bellezze artistiche del Palazzo e le storie della tradizione del Borgo della Fornace.

Le visite avvengono:

Su prenotazione: contattando telefonicamente o tramite mail i proprietari,

oppure

Con il Consorzio Castelli: in occasione della manifestazione “Castelli Aperti”.

La manifestazione “Castelli Aperti” si svolge generalmente ogni anno nella prima settimana di aprile e nella prima settimana di ottobre.

In questa occasione molti castelli e molti palazzi privati del Friuli Venezia Giulia aprono le loro porte ai visitatori.

Palazzo Steffaneo è una delle dimore più interessanti per l’alto contenuto storico-artistico della parte nobile (affreschi, dipinti e stucchi) e per la tradizione di archeologia industriale che conserva nel suo borgo fornacale oggi diventato centro del turismo didattico culturale.

Durante le aperture organizzate dal Consorzio Castelli che richiamano un alto numero di visitatori, in “Borgo Palazzo Steffaneo” si possono svolgere delle attività collaterali al fine di promuovere l’arte, l’artigianato ed i prodotti del Friuli V.G.